Man

L’interminabile attesa di Luglio

Luglio

 

Luglio a Milano ti mette alla prova, mettiti comodo, siediti e leggi questo post con la massima calma;

Luglio, oltre a essere caldo, è lunghissimo, interminabile e tremendamente umido.

Sono fermamente convinto che non esista mese più pesante per vivere questa città; trovare refrigerio ed il modo per sfuggire allo stress snervante diventa un imperativo.

Hai qualche idea?  Se cosi non fosse proviamo a inventarcene una insieme, l’obiettivo è combattere questa nuova ondata di caldo africano.

Scelgo un beat che ci accompagni con un ritmo base costante in questa caldissima notte del 25 Luglio; Aziona Play e lasciati andare nella lettura di questo post! 

 

 

Troppo facile in piscina con un cocktail in mano, io voglio trovarlo scrivendo un post e osservando il lento scorrere del mese attraverso una birra; scrivo osservando le gocce sul bicchiere della mia artigianale, qui sul tavolino, del mio balcone di casa pronti a inventarci qualcosa di geniale come il nuovo boccale della Moretti. 

La sua forma, l’esatto arrotondamento che indirizza gli aromi del luppolo e ne esalta il profumo.

La temperatura rimane ideale perché lo spessore del vetro è calcolato al millimetro mentre l’impugnatura ergonomica lascia la birra fredda dal primo sorso all’ultimo.

Boccale Moretti

Boccale Moretti

 

Il boccale Moretti è destinato a diventare un’icona: segna un cambio epocale in casa Moretti così come questo Luglio porta cambi epocali proprio nella nostra.  

Ma è ancora troppo presto! 

Qui a Milano Rogoredo il caldo non è l’unico punto dolente, tieni conto che in tangenziale i pochi lavoratori assidui fanno i conti con i turisti del giovedi lungo, del venerdì corto e del rientro post lunedi sera. Insomma abbiamo sempre un diavolo di motivo per fare una mazza e vagare per le tangenziali.

Tutti alla ricerca di consumare ferie!   

Rimanere imbottigliati in un ingorgo, nella miriade di lavori in corso è ormai ordinaria amministrazione e questo unito al caldo e allo stress può bastare per incendiare la mente e trasformarsi in Michael Douglas in «Un giorno di ordinaria follia», film cult del 1993.

douglas

douglas

Il fischio del condizionatore a 17,5 gradi e le ventole dell’aspirazione trapanano il cervello peggio di un pezzo House e forse Jovanotti con la sua “Nuova Era” intonando: “Lo senti Lo sentoooooo” fa proprio riferimento al calore umido e tremendo di questa interminabile settimana.  

Lo senti? Lo sento?
(Can you feel it?)
L’inzio di una nuova era
Lo senti? Lo sento?

Ecco..  lo speaker abbina la canzone “Nuova era” di Lorenzo alla nuova era da “bollino rosso” di Boban e Maldini al Milan!

Vuoi davvero che io cambi radio all’istante? ci stai riuscendo!

L’unica nota positiva che riesco a raccogliere è l’esordio di Daniel Maldini (17 anni) nell’amichevole con il Bayern.

Vai Daniel con la tua freschezza della novità annulla il nulla cosmico combinato dai dirigenti e stupiscici!

Io e Nico siamo per il nuovo che avanza e quindi con te!   

daniel Maldini

Daniel Maldini

Nel frattempo, siccome a Milano non perdiamo mai tempo, siamo a litigare al telefono con quelli che ti dicono: “Devo chiudere la vendita prima delle ferie” oppure se devono pagarti il discorso diventa l’opposto “Sta cosa te la saldo appena rientro.. giuro Settembre promesso!”

Vale lo stesso discorso fatto prima per il Milan e per le settimane corte/lunghe di vacanza.

Questo Luglio 2019 tenta di farti sentire inadeguato e fuori luogo, lì nel mezzo sempre a lottare, sperare e pazientare. Ma è un’illusione, non sei solo e la vita è fatta cosi. 

Non mi resta che pazientare e tornare a casa, se riesco, visto la coda all’altezza di Rozzano, e prepararmi una zuppa fredda, una di quelle minestre di mamma con la crosticina sopra mangiata veloce dopo aver atteso una mezz’ora ferma nel piatto.

Chi l’ha detto che le zuppe sono piatti invernali?

Una zuppa fredda liquida tipo gazpacho: pomodori e peperoni ne abbiamo in frigo? Umm.. zero peperone, però ho una trombetta dell’orto di papà .. 

In Luglio costantemente mi cresce un piacere sottile nel mangiare liquido. Una sorta di ritorno alle origini quasi ancestrale. Ed è per questo che amo così tanto le vellutate; forma avanzata dei passati casalinghi di mamma Ornella.

insalata di Avocado

insalata di Avocado

Così oggi vi propongo di fare insieme un’insalata di avocado e una vellutata di patate e zucchine trombetta!

cena

cena

Ho detto trombetta non confondiamoci con quanto succede in TV a “Temptation Island” il reality dell’estate, che mette alla prova l’amore delle coppie.   Più che un trombetto quello è un vero specchietto per le allodole! 

Sono talmente annoiato dalla TV che piuttosto cedo il telecomando a Nicolò e dopo Paperissima Sprint mi guardo pure Sam il Pompiere e Bing nella formula magica. 

A proposito di formula magica, non so quale sia quella messa in vasca da Federica Pellegrini, ma ieri ha stupito davvero! Brava Fede! 

Federica Infinita!

Federica Infinita!

1.54’.22” a quasi trentun anni; Federica al quarto oro nei duecento e come Luglio anche lei diventa infinita e leggendaria rompendo l’attesa di un lungo inverno d’allenamenti costanti. 

Ha saputo attendere il momento propizio per piantare la zampata nella sua finale d’oro, momento che anche mio figlio Tommaso sta aspettando per regalarci la sua nascita.

Siamo già ben oltre la quaranta e veleggiamo dritti per la quarantuno, vuoi fare come Federica, Tommaso?

Forse è questo il vero motivo per cui Luglio è cosi lungo e snervante come una strepitosa attesa e non è bastata la splendida notizia dell’esito negativo nella battaglia di nonna Ornella.  

Sono certo questo andi-rivieni, ospedali dei piccoli e dei grandi,  sarà completamente annullato in un secondo e per noi sarà come per Fede, medaglia d’oro in un 1.54′.22″ (questo è quello che spera anche mamma!).

Da cancro a Leone, hai cambiato repentinamente idea, hai cambiato il passo come speriamo Maldini cambi il passo del nostro Milan (ancora devi nascere ma io e Nico sappiamo già la tua fede rossonera). 

Tommaso ti stiamo aspettando ed entro il trentuno Luglio sarai certamente tra di noi! 

L’attesa è finita! Io, mamma e soprattutto Nic, ti amiamo già da morire e siamo pronti a farti assaggiare presto le nostre zuppe estive.

Benvenuto tra noi!

 

Mindfoodman Lorenzo Natolino
Mindfoodman Lorenzo Natolino

Semplicemente Mindfoodman Un uomo che in cucina si prende consapevolmente cura di sè, della sua famiglia e dei suoi simili.