Ricette

Tagliolini habanero con ragù di polpo

Tagliolini habanero ragù di polpo

  

Porzione per: 4 persone
Difficoltà: Media
Costo: Medio
Tempo di preparazione: 30 MINUTI
Tempo di cottura: 180 MINUTI
QUALI INGREDIENTI ACQUISTARE?

Tagliolini habanero @diamantepastalovers 400 g #ScelgoIlTerritorio
Polpo 800 g
Passata di pomodoro 150 g
Sedano 2 coste
Carote medie 2
Aglio 2 spicchi
Vino bianco secco 80 ml
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.

COME PROCEDIAMO PER LA REALIZZAZIONE?

Per preparare i tagliolini habanero @diamantepastalovers al ragù di polpo, iniziate dal soffritto; mondate le carote, spuntatele e tritatele finemente con il coltello.

Con un pelaverdure eliminate lo strato più esterno del sedano e tritate finemente anche quest'ultimo

Irrorate con l'olio una padella capiente, mettete i due spicchi d'aglio e versate il trito di carote e sedano.

Fate cuocere per 20 minuti circa a fuoco bassissimo, girando di tanto in tanto. Se preferite, potete usare un coperchio per favorire la cottura.
Nel frattempo dedicatevi alla pulizia del polpo;
Lavate il polpo sotto acqua corrente per eliminare il più possibile la patina viscida che lo ricopre.Con un coltello incidete poco sotto gli occhi per eliminarli, quindi tagliate la testa del polpo.
Dividetela a metà e ricavatene delle striscioline.

Quindi rimuovete il dente centrale scavando al centro dei tentacoli con un coltellino. Poi dividete il corpo del polpo a metà per facilitare il taglio dei tentacoli e iniziate a ridurre le punte a pezzi piccolissimi
Quindi dividete i tentacoli e riducete anche questi a pezzetti. Ora che avete tritato finemente tutte le parti del polpo, potete aggiungerle nella padella dove avete in precedenza avviato il soffritto di carote e sedano. Aggiustate di sale e pepe a vostro gusto.

Mescolate gli ingredienti in padella e fateli rosolare per alcuni minuti.
Quindi sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare.
Dopodichè versate la polpa di pomodoro e il prezzemolo tritato.
Lasciate cuocere il tutto per almeno 3 ore, fino a quando il polpo si sarà ammorbidito.

Durante la cottura potete aggiungere dell'acqua o fumetto di pesce.
Se volete velocizzare la cottura, potete cuocere il polpo nella pentola a pressione oppure farlo bollire regolandovi con il peso: per ogni 500 gr di polpo servono 30 minuti di cottura. Bollendolo in precedenza, per la cottura in padella basteranno 20-30 minuti.

Quando mancheranno pochi minuti perchè il ragù di polpo sia pronto, preparate il tagliolino habanero @diamantefoodlovers: fate bollire l'acqua in una pentola capiente e versate il tagliolino.
Fateli cuocere al dente (6 minuti) e poi quando saranno pronti, scolateli e versateli direttamente in padella per amalgamarli al ragù di polpo.

Fate saltare per pochi istanti mescolando e aggiungete ancora prezzemolo tritato se lo gradite.

Buon appetito!

NOTE:

I tagliolini @diamantepastalovers rilasceranno la loro essenza del peperoncino habanero cattureranno il sugo al loro interno, diventando delle vere bombe di sapore!
Se sentite la mancanza di un po’ di profumo, aggiungete del basilico fresco: non ve ne pentirete.

Vanno mangiati appena pronti. Si possono conservare in frigo al massimo per 24 ore, mentre si sconsiglia la congelazione.

Il ragù di polpo si può conservare in frigorifero coperto con pellicola trasparente per 1-2 giorni al massimo. Si può congelare solo se si è utilizzato il polpo fresco non decongelato, in un contenitore chiuso ermeticamente.

TAGLIOLINI HABANERO

PEPERONCINO HABANERO

La fama e la notorietà dell’Habanero sono dovute alla combinazione di tre fattori: la sua elevata piccantezza (oltre 350.000 SU nella Scala di Scoville), l’inconfondibile aroma che resiste alla cottura e il suo sapore leggermente fruttato. Arrivato in Italia negli anni 90, si è diffuso proprio grazie all’impegno dell’Accademia del Peperoncino e nel 1994 è entrato nel Guinness dei primati come peperoncino più piccante al mondo, titolo detenuto fino al 2007.

Mindfoodman Lorenzo Natolino
Mindfoodman Lorenzo Natolino

Semplicemente Mindfoodman Un uomo che in cucina si prende consapevolmente cura di sè, della sua famiglia e dei suoi simili.